5.8 C
Rome
Mer, 11 Dicembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Vita Ecclesiale Bannon, Burke e Viganò: il farfallone e gli zucchetti

Bannon, Burke e Viganò: il farfallone e gli zucchetti

Singolare dissenso

- Advertisement -
di: Lorenzo Prezzi

Il card. Raymond Leo Burke si dimette dalla presidenza dell’Istituto Dignitatis Humanae (DHI) e si distanzia da Steve Bannon, ex-consigliere di Trump e grande sostenitore delle forze politiche sovraniste in Europa e in Italia (la Lega di Salvini e l’alleanza con il Movimento cinque stelle).

Un film di troppo

L’ha reso noto in un comunicato il 24 giugno. La rivista LifeSiteNews aveva pubblicato un articolo in cui Burke era indicato come collaboratore di Bannon in un progetto di film basato sul libro di Frederic Martel Sodoma, potere e scandalo in Vaticano dedicato alla corrente omosessuale presente nella Chiesa e in Vaticano.

Il cardinale, firmatario della lettera dei 4 cardinali a critica dell’Amoris laetitia (gli altri tre erano: W. Brandmuller, C. Caffarra e J. Meisner) e notorio oppositore di papa Francesco ha protestato il suo disaccordo dalla valutazione di Bannon relativamente al libro, non condividendo l’idea di farne un riferimento per un film  e distanziandosi  totalmente «da un certo numero di dichiarazioni di Steve Bannon rispetto alla dottrina e alla disciplina della Chiesa cattolica romana».

La cupola tradizionalista che salda la destra cattolica americana al tradizionalismo europeo perde (occasionalmente) uno dei suoi elementi di spicco, così come ha perso nelle nebbie dell’insignificanza la denuncia antipapale di Carlo Maria Viganò apparsa sulla stessa rivista.

Si indebolisce il progetto di formazione delle nuove elites di destra dell’Istituto Dignitatis Humanae nell’abazia di Trisulti (Frosinone) che, secondo il direttore, Benjamin Harnwell, aprirà i battenti nel prossimo autunno.

Singolare dissenso

È singolare che il dissenso fra Burke e Bannon si produca su temi legati alla denuncia dell’omosessualità che è da tempo il cavallo di battaglia per indicare l’insufficienza dell’opera anti-abusi promossa dal pontificato.

Quest’ultima sarebbe insufficiente rispetto allo sradicamento della più pericolosa tolleranza nei confronti dell’omosessualità presente nel clero. In realtà per il politico Bannon (cf. Settimananews) il richiamo all’etica è strumentale rispetto alla politica filo-trumpiana e antierupeista e per il cardinale è subordinata alla volontà di interrompere la spinta della riforma ecclesiale.

Ambedue rimangono ancorati all’affermazione dell’immutabilità assoluta della Chiesa, una sorta di apocalittica compiuta, declinata in funzione strettamente politica. L’affermazione di un ordine autoritario e illiberale è il vero collante fra i diversi tradizionalismi. Dal punto di vista teologico convergono nella negazione dell’universalismo dell’escatologia cristiana. I dissensi interni non nascono da visioni contrastanti quando dalle reciproche rigidità.

Più che di uno scontro si può parlare di una baruffa, ricordando l’aforisma di E. Flaiano: «La funzione è finita. L’organo suona Bach. E il cardinale, ossequiato, riparte in Cadillac».

Originale: Settimana News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Bannon, Burke e Viganò: il farfallone e gli zucchetti

Singolare dissenso

  

- Advertisement -
di: Lorenzo Prezzi

Il card. Raymond Leo Burke si dimette dalla presidenza dell’Istituto Dignitatis Humanae (DHI) e si distanzia da Steve Bannon, ex-consigliere di Trump e grande sostenitore delle forze politiche sovraniste in Europa e in Italia (la Lega di Salvini e l’alleanza con il Movimento cinque stelle).

Un film di troppo

L’ha reso noto in un comunicato il 24 giugno. La rivista LifeSiteNews aveva pubblicato un articolo in cui Burke era indicato come collaboratore di Bannon in un progetto di film basato sul libro di Frederic Martel Sodoma, potere e scandalo in Vaticano dedicato alla corrente omosessuale presente nella Chiesa e in Vaticano.

Il cardinale, firmatario della lettera dei 4 cardinali a critica dell’Amoris laetitia (gli altri tre erano: W. Brandmuller, C. Caffarra e J. Meisner) e notorio oppositore di papa Francesco ha protestato il suo disaccordo dalla valutazione di Bannon relativamente al libro, non condividendo l’idea di farne un riferimento per un film  e distanziandosi  totalmente «da un certo numero di dichiarazioni di Steve Bannon rispetto alla dottrina e alla disciplina della Chiesa cattolica romana».

La cupola tradizionalista che salda la destra cattolica americana al tradizionalismo europeo perde (occasionalmente) uno dei suoi elementi di spicco, così come ha perso nelle nebbie dell’insignificanza la denuncia antipapale di Carlo Maria Viganò apparsa sulla stessa rivista.

- Advertisement -

Si indebolisce il progetto di formazione delle nuove elites di destra dell’Istituto Dignitatis Humanae nell’abazia di Trisulti (Frosinone) che, secondo il direttore, Benjamin Harnwell, aprirà i battenti nel prossimo autunno.

Singolare dissenso

È singolare che il dissenso fra Burke e Bannon si produca su temi legati alla denuncia dell’omosessualità che è da tempo il cavallo di battaglia per indicare l’insufficienza dell’opera anti-abusi promossa dal pontificato.

Quest’ultima sarebbe insufficiente rispetto allo sradicamento della più pericolosa tolleranza nei confronti dell’omosessualità presente nel clero. In realtà per il politico Bannon (cf. Settimananews) il richiamo all’etica è strumentale rispetto alla politica filo-trumpiana e antierupeista e per il cardinale è subordinata alla volontà di interrompere la spinta della riforma ecclesiale.

Ambedue rimangono ancorati all’affermazione dell’immutabilità assoluta della Chiesa, una sorta di apocalittica compiuta, declinata in funzione strettamente politica. L’affermazione di un ordine autoritario e illiberale è il vero collante fra i diversi tradizionalismi. Dal punto di vista teologico convergono nella negazione dell’universalismo dell’escatologia cristiana. I dissensi interni non nascono da visioni contrastanti quando dalle reciproche rigidità.

Più che di uno scontro si può parlare di una baruffa, ricordando l’aforisma di E. Flaiano: «La funzione è finita. L’organo suona Bach. E il cardinale, ossequiato, riparte in Cadillac».

- Advertisement -
Originale: Settimana News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
279FansMi piace
873FollowerSegui
13,000FollowerSegui
607FollowerSegui
58IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Bibbia: poeti e poesie

Gibran: Lazzaro e la sua amata

Teilhard, rivoluzione teologica

Dialoghi sulla preghiera del cuore

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Seguici su Instagram

Consigli Pubblicitari

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO