13.9 C
Rome
giovedì, 25 Aprile 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Famiglia e Vita di Coppia Bambino nato con l'utero in affitto: la madre è la nonna

Bambino nato con l’utero in affitto: la madre è la nonna

- Advertisement -

L’inseminazione è avvenuta in una clinica inglese. La pratica sarebbe illegale. Ma per il giudice è tutto in regola

E’ una storia incredibile quella di un bambino inglese di soli sette mesi. E’ nato con la tecnica della fecondazione in vitro. Suo padre ha 25 anni e ha donato i gameti per l’inseminazione. Sua madre è niente di meno che sua nonna. Perché l’inseminazione è avvenuta nel suo utero (The Guardian, 3 marzo).

L’ACCORDO TRA L’UOMO  E SUA MADRE
L’uomo ha 25 anni e vive da solo. Non ha una compagna ma, al contempo, aveva voglia di diventare papa. E così ha chiesto a sua madre di “ospitare” il percorso di fecondazione. La donna non si è tirata indietro, pur essendo la più stretta familiare. Ne ha parlato con il marito è così è stato dato il via libera all’inseminazione dei gameti di suo figlio ed ha portato avanti la gravidanza.

PROCEDURA IN TEORIA ILLEGALE
L’impianto dei gameti è avvenuto in una clinica riconosciuta ufficialmente dall’autorità statale inglese Hfea. Nonostante l’utero in affitto sia illegale in Gran Bretagna, la clinica ha acconsentito alla procedura e così alla donna è stato impiantato l’embrione “prodotto” con lo sperma del figlio (Tempi.it, 4 febbraio).

PER LA LEGGE INGLESE LA MADRE E’ LA NONNA
Una volta nato il piccolo sono subentrati altri intoppi, piuttosto gravi. Secondo la legge inglese, la donna che partorisce il neonato è la sua madre legale. Poiché il marito ha acconsentito all’inseminazione artificiale, inoltre, questi è stato considerato il padre legale del piccolo. Anche nel caso di maternità surrogata fatta in famiglia, o fai-da-te, è proibito consegnare il bambino al solo padre biologico. Precisa ancora Tempi.it: o questo si è impegnato «in una relazione familiare stabile» o non può avere la tutela legale del bambino. Ma il giudice Theis ha permesso lo stesso all’uomo di adottare quello che, di fatto, è suo fratello, oltre che suo figlio biologico.

“I BISOGNI DEL BAMBINO SONO SODDISFATTI”
Il neonato, in pratica, si ritrova con una nonna che è anche madre, con un nonno che è anche padre, con un padre biologico che è anche fratello. Un risico difficile finanche da comprendere. Secondo il giudice però è tutto nella norma perché «il padre capisce che il bambino avrà bisogno di sapere come è stato concepito e sente che utilizzerà la sicurezza della sua struttura familiare per aiutare il figlio a capire che è stato molto voluto». Ecco perché tutti sono sicuri che «i bisogni del bambino saranno soddisfatti».

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Articolo precedenteDio Castiga?
Articolo successivoPerché fare la Via Crucis?

Bambino nato con l’utero in affitto: la madre è la nonna

  

- Advertisement -

L’inseminazione è avvenuta in una clinica inglese. La pratica sarebbe illegale. Ma per il giudice è tutto in regola

E’ una storia incredibile quella di un bambino inglese di soli sette mesi. E’ nato con la tecnica della fecondazione in vitro. Suo padre ha 25 anni e ha donato i gameti per l’inseminazione. Sua madre è niente di meno che sua nonna. Perché l’inseminazione è avvenuta nel suo utero (The Guardian, 3 marzo).

L’ACCORDO TRA L’UOMO  E SUA MADRE
L’uomo ha 25 anni e vive da solo. Non ha una compagna ma, al contempo, aveva voglia di diventare papa. E così ha chiesto a sua madre di “ospitare” il percorso di fecondazione. La donna non si è tirata indietro, pur essendo la più stretta familiare. Ne ha parlato con il marito è così è stato dato il via libera all’inseminazione dei gameti di suo figlio ed ha portato avanti la gravidanza.

PROCEDURA IN TEORIA ILLEGALE
L’impianto dei gameti è avvenuto in una clinica riconosciuta ufficialmente dall’autorità statale inglese Hfea. Nonostante l’utero in affitto sia illegale in Gran Bretagna, la clinica ha acconsentito alla procedura e così alla donna è stato impiantato l’embrione “prodotto” con lo sperma del figlio (Tempi.it, 4 febbraio).

PER LA LEGGE INGLESE LA MADRE E’ LA NONNA
Una volta nato il piccolo sono subentrati altri intoppi, piuttosto gravi. Secondo la legge inglese, la donna che partorisce il neonato è la sua madre legale. Poiché il marito ha acconsentito all’inseminazione artificiale, inoltre, questi è stato considerato il padre legale del piccolo. Anche nel caso di maternità surrogata fatta in famiglia, o fai-da-te, è proibito consegnare il bambino al solo padre biologico. Precisa ancora Tempi.it: o questo si è impegnato «in una relazione familiare stabile» o non può avere la tutela legale del bambino. Ma il giudice Theis ha permesso lo stesso all’uomo di adottare quello che, di fatto, è suo fratello, oltre che suo figlio biologico.

“I BISOGNI DEL BAMBINO SONO SODDISFATTI”
Il neonato, in pratica, si ritrova con una nonna che è anche madre, con un nonno che è anche padre, con un padre biologico che è anche fratello. Un risico difficile finanche da comprendere. Secondo il giudice però è tutto nella norma perché «il padre capisce che il bambino avrà bisogno di sapere come è stato concepito e sente che utilizzerà la sicurezza della sua struttura familiare per aiutare il figlio a capire che è stato molto voluto». Ecco perché tutti sono sicuri che «i bisogni del bambino saranno soddisfatti».

- Advertisement -
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Articolo precedenteDio Castiga?
Articolo successivoPerché fare la Via Crucis?

Libri consigliati

271FansMi piace
725FollowerSegui
13,000FollowerSegui
563FollowerSegui
55IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Liturgia e secolarizzazione

Libri consigliati – Dicembre 2018

La teologia di papa Francesco

Libri consigliati

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

Consigli pubblicitari