14.7 C
Rome
sabato, 21 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Rubriche Risponde il teologo Amore, misericordia, giustizia, verità: quali sono gli attributi di Dio?

Amore, misericordia, giustizia, verità: quali sono gli attributi di Dio?

Risponde il Teologo

- Advertisement -
 

La domanda posta da un lettore questa settimana è sugli «attributi» divini. Risponde don Diego Pancaldo, docente di Teologia spirituale alla Facoltà Teologica dell’Italia centrale.

Molti dicono che Dio è solo amore, solo misericordia e basta. Ma non è così. Dio è amore e misericordia, ma anche giustizia, verità e sapienza. Insomma, tutte le «qualità» (che possiamo in qualche modo immaginare con la nostra limitata intelligenza terrena e per quanto sia possibile esprimere con il nostro povero linguaggio umano) le «possiede» allo stesso sommo livello. Non si può certo dire che sia più una cosa e meno un’altra! O sbaglio?

Francesco Dutto

La questione posta dal lettore può essere ricondotta al problema degli attributi divini ben presente alla riflessione teologica. Grandi filosofi e teologi come Dionigi l’Areopagita o Tommaso d’Aquino hanno cercato di elevarsi dalle perfezioni create a quelle invisibili e increate di Dio.

Nella Summa Theologiae ad esempio, Tommaso analizza attributi come la semplicità, la perfezione, il bene, la bontà, l’infinitezza, l’immutabilità, l’eternità, l’unità, sempre tenendo conto che l’analogia tra creatura e Creatore implica sempre una maggiore dissomiglianza. Nella riflessione teologica si individuano attributi trascendentali di Dio (ens, verum, bonum, unum, pulchrum); si ricerca inoltre nell’infinità radicale (Scoto), nell’intelligenza sussistente pienamente in atto (Giovanni di San Tommaso), nell’essere sussistente in cui essenza ed esistenza coincidono (Garrigou- Lagrange), l’attributo riassuntivo da cui tutti gli altri possono essere dedotti.

La teologia contemporanea, che intende valorizzare le fonti bibliche e il nucleo essenziale della rivelazione , sottolinea che in Cristo «Dio si è fatto realmente invocabile, è divenuto uno di noi, divenendo così veramente nominabile» (J. Ratzinger, Introduzione al Cristianesimo).  Alla luce di I Giovanni 4, 16  si sottolinea che Dio si rivela come amore assoluto e che pertanto l’amore è il trascendentale in assoluto che riassume la realtà dell’essere, della verità e della bontà. L’amore viene dunque considerato come la sintesi degli attributi di Dio.

«Questa intimissima essenza – osserva Hans Urs von Baltasar in Teologica – può essere in ultima analisi soltanto l’amore». Essa coincide con l’evento stesso della reciproca donazione interpersonale delle Persone divine. Quest’affermazione trova conferma nell’esperienza dei mistici. Adrienne von Spey sottolinea che «Le persone non hanno l’amore ma sono l’amore». Ed Edith Stein afferma, in Essere finito ed Essere eterno, che «la vita intima di Dio è l’amore eterno, reciproco, interamente libero, indipendente da tutte le creature delle Persone divine». 

Il Catechismo della Chiesa cattolica riassume la questione sottolineando al n. 213 che «Dio è la pienezza dell’Essere e di ogni perfezione», che Egli è la Verità e l’Amore (n. 214). Al n. 221, riprendendo I Giovanni 4, 16, evidenzia che «l’Essere stesso di Dio è amore. Mandando, nella pienezza dei tempi il suo Figlio unigenito e lo Spirito d’amore, Dio rivela il suo segreto più intimo: è Lui stesso eterno scambio d’amore: Padre, Figlio e Spirito Santo e ci ha destinato ad esserne partecipi».

Il Magistero degli ultimi Pontefici evidenzia inoltre, alla luce di Efesini 2,4, che Dio è misericordia. Questo amore appassionato, radicale e commosso di Dio, a cui San Giovanni Paolo II ha dedicato la sua seconda Enciclica, ci conduce al cuore della rivelazione. «Il nome di Dio è misericordia» ha affermato Benedetto XVI nel Regina Caeli del 30 marzo 2008, espressione ripresa da Papa Francesco in un suo libro. Amore e misericordia sono dunque nomi che, alla luce della Rivelazione ci conducono nella profondità della vita trinitaria. Essi includono tutte le altre perfezioni divine.

Diego Pancaldo

Originale: Toscana Oggi
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Amore, misericordia, giustizia, verità: quali sono gli attributi di Dio?

Risponde il Teologo

  

- Advertisement -
 

La domanda posta da un lettore questa settimana è sugli «attributi» divini. Risponde don Diego Pancaldo, docente di Teologia spirituale alla Facoltà Teologica dell’Italia centrale.

Molti dicono che Dio è solo amore, solo misericordia e basta. Ma non è così. Dio è amore e misericordia, ma anche giustizia, verità e sapienza. Insomma, tutte le «qualità» (che possiamo in qualche modo immaginare con la nostra limitata intelligenza terrena e per quanto sia possibile esprimere con il nostro povero linguaggio umano) le «possiede» allo stesso sommo livello. Non si può certo dire che sia più una cosa e meno un’altra! O sbaglio?

Francesco Dutto

La questione posta dal lettore può essere ricondotta al problema degli attributi divini ben presente alla riflessione teologica. Grandi filosofi e teologi come Dionigi l’Areopagita o Tommaso d’Aquino hanno cercato di elevarsi dalle perfezioni create a quelle invisibili e increate di Dio.

Nella Summa Theologiae ad esempio, Tommaso analizza attributi come la semplicità, la perfezione, il bene, la bontà, l’infinitezza, l’immutabilità, l’eternità, l’unità, sempre tenendo conto che l’analogia tra creatura e Creatore implica sempre una maggiore dissomiglianza. Nella riflessione teologica si individuano attributi trascendentali di Dio (ens, verum, bonum, unum, pulchrum); si ricerca inoltre nell’infinità radicale (Scoto), nell’intelligenza sussistente pienamente in atto (Giovanni di San Tommaso), nell’essere sussistente in cui essenza ed esistenza coincidono (Garrigou- Lagrange), l’attributo riassuntivo da cui tutti gli altri possono essere dedotti.

La teologia contemporanea, che intende valorizzare le fonti bibliche e il nucleo essenziale della rivelazione , sottolinea che in Cristo «Dio si è fatto realmente invocabile, è divenuto uno di noi, divenendo così veramente nominabile» (J. Ratzinger, Introduzione al Cristianesimo).  Alla luce di I Giovanni 4, 16  si sottolinea che Dio si rivela come amore assoluto e che pertanto l’amore è il trascendentale in assoluto che riassume la realtà dell’essere, della verità e della bontà. L’amore viene dunque considerato come la sintesi degli attributi di Dio.

«Questa intimissima essenza – osserva Hans Urs von Baltasar in Teologica – può essere in ultima analisi soltanto l’amore». Essa coincide con l’evento stesso della reciproca donazione interpersonale delle Persone divine. Quest’affermazione trova conferma nell’esperienza dei mistici. Adrienne von Spey sottolinea che «Le persone non hanno l’amore ma sono l’amore». Ed Edith Stein afferma, in Essere finito ed Essere eterno, che «la vita intima di Dio è l’amore eterno, reciproco, interamente libero, indipendente da tutte le creature delle Persone divine». 

- Advertisement -

Il Catechismo della Chiesa cattolica riassume la questione sottolineando al n. 213 che «Dio è la pienezza dell’Essere e di ogni perfezione», che Egli è la Verità e l’Amore (n. 214). Al n. 221, riprendendo I Giovanni 4, 16, evidenzia che «l’Essere stesso di Dio è amore. Mandando, nella pienezza dei tempi il suo Figlio unigenito e lo Spirito d’amore, Dio rivela il suo segreto più intimo: è Lui stesso eterno scambio d’amore: Padre, Figlio e Spirito Santo e ci ha destinato ad esserne partecipi».

Il Magistero degli ultimi Pontefici evidenzia inoltre, alla luce di Efesini 2,4, che Dio è misericordia. Questo amore appassionato, radicale e commosso di Dio, a cui San Giovanni Paolo II ha dedicato la sua seconda Enciclica, ci conduce al cuore della rivelazione. «Il nome di Dio è misericordia» ha affermato Benedetto XVI nel Regina Caeli del 30 marzo 2008, espressione ripresa da Papa Francesco in un suo libro. Amore e misericordia sono dunque nomi che, alla luce della Rivelazione ci conducono nella profondità della vita trinitaria. Essi includono tutte le altre perfezioni divine.

Diego Pancaldo

- Advertisement -
Originale: Toscana Oggi

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Fusco: La gioia dell’ascolto

Un solo Libro, due eredi

Libri Consigliati – Luglio 2018

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO