20.2 C
Rome
lunedì, 19 Agosto 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Cultura ed Educazione Accompagnare gli adulti nella fede

Accompagnare gli adulti nella fede

Cultura e Libri

- Advertisement -
di: Paola Zampieri

La realizzazione della catechesi degli adulti non è l’effetto di adattamenti o dell’applicazione di metodologie innovative, ma richiede un approfondimento solido della fede, della pastorale, della teologia e della loro interazione. È l’ipotesi che guida il percorso di ricerca di Giovanni Casarotto, presbitero vicentino, nel suo lavoro di tesi dottorale in teologia pratica, sostenuto presso l’Università di Lovanio in Belgio, che viene pubblicato nella collana Sophia della Facoltà teologica del Triveneto con il titolo Accompagnare gli adulti nella fede. In ascolto di Marie Dominique Chenu.

«Cristiani non si nasce, ma si diventa», affermava Tertulliano; e, fin dai primi passi della Chiesa, in particolare con l’istituto del catecumenato, fu chiaro come l’adesione di fede e la vita cristiana abbraccino l’intera esistenza e crescano in una scelta libera, esigente, concreta e responsabile.

Già il concilio Vaticano II ha fatto dell’evangelizzazione il tema e il campo di lavoro centrale per il rinnovamento della Chiesa, per formare credenti e comunità maturi nella fede e all’altezza delle sfide e delle provocazioni del mondo in cui vivono.

Oggi, nel momento in cui la scelta di fede non è più scontata, automatica o garantita dal contesto socio-culturale, torna ad essere prioritaria e indispensabile la scelta personale e libera, per avviare e per approfondire la maturazione nella fede attraverso la comunità cristiana.

La difficile realizzazione della catechesi degli adulti mette in evidenza alcune questioni teologiche.

Giovanni Casarotto si sofferma, in particolare, sul rapporto fra dottrina e pastorale e sul ruolo della prassi in teologia; lo fa a partire dal Concilio e attraverso l’approfondimento del pensiero del teologo domenicano Marie Dominique Chenu, un punto di riferimento per la teologia e per l’agire ecclesiale.

Dall’incontro con Chenu l’autore fa emergere tre indicazioni in chiave pastorale: l’accoglienza della parola di Dio, la missione e l’incontro con Cristo. «Dall’approfondimento teologico propongo, come frutto di una rilettura personale – scrive Casarotto nell’introduzione –, tre vie di rinnovamento per l’identità della maturazione nella fede degli adulti. La catechesi degli adulti è invitata a pensarsi come teologale oltre che teologica; capace d’iniziativa nell’avviare e nel condurre il dialogo con le scienze e le diverse componenti della vita adulta e, infine, protagonista nel suscitare un dinamismo all’interno della teologia stessa».

Precisa, infine, che cosa significhi collocarsi nell’orizzonte della teologia pastorale-pratica fondamentale: «Non si vogliono offrire soluzioni o indicazioni immediatamente applicabili ai diversi contesti. Si è consapevoli della necessità di assumere la realtà, di offrire un approfondimento teologico e di dover tornare a confrontarsi con i diversi contesti e con le prassi in atto. Il dialogo tra il momento riflessivo fondamentale e la prassi ecclesiale porterà beneficio all’impegno nella missione evangelizzatrice della Chiesa nel mondo contemporaneo per la maturazione dei credenti adulti nella fede».

Il libro ha come interlocutori presbiteri, operatori pastorali, formatori e educatori.

ACQUISTA IL LIBRO 

 

Originale: Settimana News
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

Accompagnare gli adulti nella fede

Cultura e Libri

  

- Advertisement -
di: Paola Zampieri

La realizzazione della catechesi degli adulti non è l’effetto di adattamenti o dell’applicazione di metodologie innovative, ma richiede un approfondimento solido della fede, della pastorale, della teologia e della loro interazione. È l’ipotesi che guida il percorso di ricerca di Giovanni Casarotto, presbitero vicentino, nel suo lavoro di tesi dottorale in teologia pratica, sostenuto presso l’Università di Lovanio in Belgio, che viene pubblicato nella collana Sophia della Facoltà teologica del Triveneto con il titolo Accompagnare gli adulti nella fede. In ascolto di Marie Dominique Chenu.

«Cristiani non si nasce, ma si diventa», affermava Tertulliano; e, fin dai primi passi della Chiesa, in particolare con l’istituto del catecumenato, fu chiaro come l’adesione di fede e la vita cristiana abbraccino l’intera esistenza e crescano in una scelta libera, esigente, concreta e responsabile.

Già il concilio Vaticano II ha fatto dell’evangelizzazione il tema e il campo di lavoro centrale per il rinnovamento della Chiesa, per formare credenti e comunità maturi nella fede e all’altezza delle sfide e delle provocazioni del mondo in cui vivono.

Oggi, nel momento in cui la scelta di fede non è più scontata, automatica o garantita dal contesto socio-culturale, torna ad essere prioritaria e indispensabile la scelta personale e libera, per avviare e per approfondire la maturazione nella fede attraverso la comunità cristiana.

La difficile realizzazione della catechesi degli adulti mette in evidenza alcune questioni teologiche.

- Advertisement -

Giovanni Casarotto si sofferma, in particolare, sul rapporto fra dottrina e pastorale e sul ruolo della prassi in teologia; lo fa a partire dal Concilio e attraverso l’approfondimento del pensiero del teologo domenicano Marie Dominique Chenu, un punto di riferimento per la teologia e per l’agire ecclesiale.

Dall’incontro con Chenu l’autore fa emergere tre indicazioni in chiave pastorale: l’accoglienza della parola di Dio, la missione e l’incontro con Cristo. «Dall’approfondimento teologico propongo, come frutto di una rilettura personale – scrive Casarotto nell’introduzione –, tre vie di rinnovamento per l’identità della maturazione nella fede degli adulti. La catechesi degli adulti è invitata a pensarsi come teologale oltre che teologica; capace d’iniziativa nell’avviare e nel condurre il dialogo con le scienze e le diverse componenti della vita adulta e, infine, protagonista nel suscitare un dinamismo all’interno della teologia stessa».

Precisa, infine, che cosa significhi collocarsi nell’orizzonte della teologia pastorale-pratica fondamentale: «Non si vogliono offrire soluzioni o indicazioni immediatamente applicabili ai diversi contesti. Si è consapevoli della necessità di assumere la realtà, di offrire un approfondimento teologico e di dover tornare a confrontarsi con i diversi contesti e con le prassi in atto. Il dialogo tra il momento riflessivo fondamentale e la prassi ecclesiale porterà beneficio all’impegno nella missione evangelizzatrice della Chiesa nel mondo contemporaneo per la maturazione dei credenti adulti nella fede».

Il libro ha come interlocutori presbiteri, operatori pastorali, formatori e educatori.

ACQUISTA IL LIBRO 

 

- Advertisement -
Originale: Settimana News

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
842FollowerSegui
13,000FollowerSegui
593FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Gibran: Lazzaro e la sua amata

Seneca, tra libertà e suicidio

Fusco: La gioia dell’ascolto

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO