Cookie Consent by Free Privacy Policy website
15 C
Roma
Gio, 28 Ottobre 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiVita cristiana6 situazioni della vita quotidiana in cui Dio ci risponde in modo...

6 situazioni della vita quotidiana in cui Dio ci risponde in modo meraviglioso

A volte ci sforziamo perfino di trovare argomentazioni o motivi per affondare nella nostra solitudine e nella nostra amarezza.

di Kenneth Pierce

Abbiamo tutti giorni o momenti in cui ci sentiamo tristi e vediamo tutto come se fosse sotto un cielo grigio e nuvoloso. La nostra testa va da una parte e il nostro cuore dall’altra, e ci costa sorridere o guardare con calore il mondo che ci circonda.

A volte ci sforziamo perfino di trovare argomentazioni o motivi per affondare nella nostra solitudine e nella nostra amarezza. Quanto è facile trovare delle ragioni per commiserarci e giustificare la nostra tristezza!

A volte penso che ci sia una soluzione molto facile per quei giorni: guardarci allo specchio. Ovviamente non per compiacerci del nostro aspetto o per trovare altre ragioni per sprofondare nella tristezza, ma per ricordare due verità incredibili, che se ci pensassimo con profondità (e ci credessimo) per un minuto cambierebbero tutta la nostra vita: numero uno, sono immagine e somiglianza di Dio, numero due, sono figlio di Dio.

Dio non è “come un padre”, lo è davvero. Gesù ci ha invitati a rivolgerci al Padre come figli, e San Paolo lo ha scritto in modo vero e profondo: “E che voi siete figli ne è prova il fatto che Dio ha mandato nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio che grida: Abbà, Padre! Quindi non sei più schiavo, ma figlio; e se figlio, sei anche erede per volontà di Dio” (Galati 4, 6-7).

Forse i nostri genitori non sono stati i migliori, e questo a volte fa distorcere un po’ il modo in cui possiamo intendere Dio come Padre. Ad ogni modo, anche se i nostri genitori non sono stati esemplari, possiamo sempre pensare a come avrebbero dovuto essere, o magari a come vorremmo essere noi come genitori.

Mi è venuto in mente che a Dio possiamo rivolgere molte frasi che spesso abbiamo rivolto ai nostri genitori, solo che risponde in modo diverso.

1
1. Papà, ho bisogno di soldi! (Non ci mancherà mai il necessario)

Chi non ha mai chiesto denaro ai genitori? Forse a volte i nostri genitori non possono darci quello che chiediamo loro, ma con Dio sappiamo che non ci mancherà mai il necessario.

A volte diciamo ai nostri padri – e soprattutto alle madri – “Ho fame!” Dio mette a nostra disposizione come cibo il suo corpo e il suo sangue nell’Eucaristia, oltre a tutte le grazie che ci offre per alimentare la nostra vita spirituale.

Indietro
Originale: Aleteia.org
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

6 situazioni della vita quotidiana in cui Dio ci risponde in modo meraviglioso

A volte ci sforziamo perfino di trovare argomentazioni o motivi per affondare nella nostra solitudine e nella nostra amarezza.

di Kenneth Pierce

Abbiamo tutti giorni o momenti in cui ci sentiamo tristi e vediamo tutto come se fosse sotto un cielo grigio e nuvoloso. La nostra testa va da una parte e il nostro cuore dall’altra, e ci costa sorridere o guardare con calore il mondo che ci circonda.

A volte ci sforziamo perfino di trovare argomentazioni o motivi per affondare nella nostra solitudine e nella nostra amarezza. Quanto è facile trovare delle ragioni per commiserarci e giustificare la nostra tristezza!

A volte penso che ci sia una soluzione molto facile per quei giorni: guardarci allo specchio. Ovviamente non per compiacerci del nostro aspetto o per trovare altre ragioni per sprofondare nella tristezza, ma per ricordare due verità incredibili, che se ci pensassimo con profondità (e ci credessimo) per un minuto cambierebbero tutta la nostra vita: numero uno, sono immagine e somiglianza di Dio, numero due, sono figlio di Dio.

Dio non è “come un padre”, lo è davvero. Gesù ci ha invitati a rivolgerci al Padre come figli, e San Paolo lo ha scritto in modo vero e profondo: “E che voi siete figli ne è prova il fatto che Dio ha mandato nei nostri cuori lo Spirito del suo Figlio che grida: Abbà, Padre! Quindi non sei più schiavo, ma figlio; e se figlio, sei anche erede per volontà di Dio” (Galati 4, 6-7).

Forse i nostri genitori non sono stati i migliori, e questo a volte fa distorcere un po’ il modo in cui possiamo intendere Dio come Padre. Ad ogni modo, anche se i nostri genitori non sono stati esemplari, possiamo sempre pensare a come avrebbero dovuto essere, o magari a come vorremmo essere noi come genitori.

Mi è venuto in mente che a Dio possiamo rivolgere molte frasi che spesso abbiamo rivolto ai nostri genitori, solo che risponde in modo diverso.

1
1. Papà, ho bisogno di soldi! (Non ci mancherà mai il necessario)

Chi non ha mai chiesto denaro ai genitori? Forse a volte i nostri genitori non possono darci quello che chiediamo loro, ma con Dio sappiamo che non ci mancherà mai il necessario.

A volte diciamo ai nostri padri – e soprattutto alle madri – “Ho fame!” Dio mette a nostra disposizione come cibo il suo corpo e il suo sangue nell’Eucaristia, oltre a tutte le grazie che ci offre per alimentare la nostra vita spirituale.

Indietro
Tratto da: Aleteia.org

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
645FollowerSegui
322IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Preghiera per proteggere la tua casa e scacciare gli spiriti cattivi

E' una lunga invocazione che chiede anzitutto l'intervento della gloria di Gesù Cristo E’ una preghiera potente in cui si invocano Gesù Cristo, la Madonna...

Libri consigliati

Liturgia e secolarizzazione

Matino: L’allegria

Gibran: Lazzaro e la sua amata

Flavio Giuseppe: santo o traditore?

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x