18 C
Rome
venerdì, 20 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Vita cristiana 3 comportamenti che potrebbero rovinare il tuo rapporto con gli altri

3 comportamenti che potrebbero rovinare il tuo rapporto con gli altri

- Advertisement -

Come evitare gli errori che ostacolano la comunicazione e ti separano dalle altre persone

Degli studi hanno dimostrato che tre comportamenti ostacolano la comunicazione e, se ripetuti, possono distruggere una relazione. Ci sono sicuramente molte cose positive che vanno fatte, ma qui voglio condividere con voi tre comportamenti da evitare assolutamente: essere critici, sulla difensiva e distaccati.

1. Essere critici

Essere critici vuol dire biasimare, attaccare in modo personale o pubblico. È un messaggio che attacca la persona, non equivale al lamentarsi di qualcosa. La differenza tra il criticare una persona e il lamentarsi di un comportamento, sebbene sottile, è sostanziale e ha delle conseguenze importanti.

Pensa a delle situazioni in cui ti sei sentito criticato. Come ti sei sentito? Ti sei sentito messo all’angolo? Incompreso? Giudicato? E adesso pensa se in quel momento avevi voglia di cambiare e accorciare le distanze con l’altra persona.

Quando ci sentiamo criticati, iniziamo le nostre rappresaglie ed entriamo in un circolo vizioso di accuse e insinuazioni. È dunque vitale astenersi dal criticare gli altri. Questo non significa però dover docilmente accettare qualsiasi cosa. Nel modo più assoluto! Esponi le tue perplessità, ma non criticare l’altra persona.

Invece di dire: Pulisci la casa sempre in modo sciatto, devo sempre intervenire io. 

Potresti dire: Quando pulisci, assicurati di spolverare accuratamente gli scaffali. Lo apprezzerei molto.

Invece di dire: Non esci mai con me.

Potresti dire: Vorrei che uscissimo più spesso insieme.

Invece di dire: Non ti importa ciò che penso, fai sempre ciò che vuoi.

Potresti dire: Quando non chiedi la mia opinione, ho la sensazione che tu non abbia a cuore le mie necessità.


LEGGI ANCHE: 4 domande per rendere più forti le nostre relazioni


2 e 3. Stare sulla difensiva ed essere emotivamente distaccati

Forse l’altra persona ti critica costantemente e ti incolpa di qualsiasi cosa. È naturale mettersi sulla difensiva e rifiutare di prendersi le proprie responsabilità. Ì una reazione quasi istintiva. Il fatto è che non ti porta da nessuna parte. Stare sulla difensiva e distaccarsi emotivamente ci impedisce di comunicare in modo appropriato l’un con l’altro, allontana e costruisce dei muri. E questo rende la comunicazione sempre più difficile, se non impossibile.

La prossima volta che vuoi dire: Non è colpa mia. Avresti dovuto pensarci tu, chiediti contro cosa vuoi difenderti. Forse questa semplice domanda ti aiuterà ad adottare la giusta prospettiva, a rompere il circolo vizioso di accuse reciproche e a comunicare meglio.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

3 comportamenti che potrebbero rovinare il tuo rapporto con gli altri

  

- Advertisement -

Come evitare gli errori che ostacolano la comunicazione e ti separano dalle altre persone

Degli studi hanno dimostrato che tre comportamenti ostacolano la comunicazione e, se ripetuti, possono distruggere una relazione. Ci sono sicuramente molte cose positive che vanno fatte, ma qui voglio condividere con voi tre comportamenti da evitare assolutamente: essere critici, sulla difensiva e distaccati.

1. Essere critici

Essere critici vuol dire biasimare, attaccare in modo personale o pubblico. È un messaggio che attacca la persona, non equivale al lamentarsi di qualcosa. La differenza tra il criticare una persona e il lamentarsi di un comportamento, sebbene sottile, è sostanziale e ha delle conseguenze importanti.

Pensa a delle situazioni in cui ti sei sentito criticato. Come ti sei sentito? Ti sei sentito messo all’angolo? Incompreso? Giudicato? E adesso pensa se in quel momento avevi voglia di cambiare e accorciare le distanze con l’altra persona.

- Advertisement -

Quando ci sentiamo criticati, iniziamo le nostre rappresaglie ed entriamo in un circolo vizioso di accuse e insinuazioni. È dunque vitale astenersi dal criticare gli altri. Questo non significa però dover docilmente accettare qualsiasi cosa. Nel modo più assoluto! Esponi le tue perplessità, ma non criticare l’altra persona.

Invece di dire: Pulisci la casa sempre in modo sciatto, devo sempre intervenire io. 

Potresti dire: Quando pulisci, assicurati di spolverare accuratamente gli scaffali. Lo apprezzerei molto.

Invece di dire: Non esci mai con me.

Potresti dire: Vorrei che uscissimo più spesso insieme.

Invece di dire: Non ti importa ciò che penso, fai sempre ciò che vuoi.

Potresti dire: Quando non chiedi la mia opinione, ho la sensazione che tu non abbia a cuore le mie necessità.


LEGGI ANCHE: 4 domande per rendere più forti le nostre relazioni


2 e 3. Stare sulla difensiva ed essere emotivamente distaccati

Forse l’altra persona ti critica costantemente e ti incolpa di qualsiasi cosa. È naturale mettersi sulla difensiva e rifiutare di prendersi le proprie responsabilità. Ì una reazione quasi istintiva. Il fatto è che non ti porta da nessuna parte. Stare sulla difensiva e distaccarsi emotivamente ci impedisce di comunicare in modo appropriato l’un con l’altro, allontana e costruisce dei muri. E questo rende la comunicazione sempre più difficile, se non impossibile.

La prossima volta che vuoi dire: Non è colpa mia. Avresti dovuto pensarci tu, chiediti contro cosa vuoi difenderti. Forse questa semplice domanda ti aiuterà ad adottare la giusta prospettiva, a rompere il circolo vizioso di accuse reciproche e a comunicare meglio.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

L’ateismo interroga la fede

Scelte di vita e vocazione

I “beati” dell’Apocalisse

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO