22.5 C
Roma
Mer, 28 Luglio 2021

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

HomeArgomentiSocietà e Politica11 cose che i cristiani possono fare per evitare la violenza sulle donne

11 cose che i cristiani possono fare per evitare la violenza sulle donne

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Chi si ritiene un seguace di Gesù ha l’obbligo morale di informarsi su questo tema. Le Conferenze episcopali di diversi paesi (USA, Australia, Nuova Zelanda, etc.) ci ricordano cosa fare di fronte alla violenza sulle donne:

1. Prima di tutto, ascoltare la donna che racconta il suo problema. Ma ascoltare non è sufficiente, bisogna credere a quella donna. Perché la prima cosa di cui ha bisogno una donna maltrattata è di sentirsi creduta. Proprio perché parte degli abusi subiti consistono nell’essere stata insultata, isolata, ritenuta pazza, incapace e inutile…

2. Evitare soluzioni semplicistiche e false spiritualizzazioni del problema.


LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne nel matrimonio, la Chiesa: denunciateli!


3. Evitare un cattivo uso delle scritture per giustificare in qualche modo il dominio maschilista.

The Holy Bible

- Advertisement -

4. Informarsi sulle risorse disponibili nella comunità(medici, avvocati, rifugi, psicologi ed educatori) e sapere come e quando contattare le persone che possono offrire un aiuto specialistico.

5. Prepararsi ad affrontare eventuali domande spiritualiche sorgono sul rapporto della persona con Dio, sul suo valore e sulla sua dignità di persona.

Woman with question mark on blackboard © Gpointstudio / Shutterstock - it

6. Creare in parrocchia un’atmosfera tale in sui laici e sacerdoti possano discutere, apertamente e con onestà, sulla violenza contro la donna.

7. Fare della Chiesa un luogo sicuro in cui le vittime possano trovare aiuto, coerentemente con la grande tradizione della Chiesa come luogo d’asilo.

pixabay-church-interior

8. Assicurarsi che nelle omelie si parli del tema della violenza domestica. Se le donne abusate non ascoltano nulla sulla questione, potrebbero pensare che a nessuno importi ciò che accade loro.


LEGGI ANCHE: Come posso salvare la mia famiglia dalla violenza domestica?


9. Fare attenzione al linguaggio usato con la donna abusata. Non dire nulla che potrebbe farle credere che sia colpa sua o che dipenda dalla sua condotta. Soltanto chi abusa è responsabile di questa grave situazione.

10. Prestare particolare attenzione ai corsi di preparazione al matrimonio. Affrontare ad esempio temi come la risoluzione dei problemi, la gestione delle differenze, etc.

Couple in love

11. Dichiarare pubblicamente la violenza domestica come un peccato molto grave.

Pablo Guerrero Rodríguez, SJ

- Advertisement -
Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

11 cose che i cristiani possono fare per evitare la violenza sulle donne

- Advertisement -

Chi si ritiene un seguace di Gesù ha l’obbligo morale di informarsi su questo tema. Le Conferenze episcopali di diversi paesi (USA, Australia, Nuova Zelanda, etc.) ci ricordano cosa fare di fronte alla violenza sulle donne:

1. Prima di tutto, ascoltare la donna che racconta il suo problema. Ma ascoltare non è sufficiente, bisogna credere a quella donna. Perché la prima cosa di cui ha bisogno una donna maltrattata è di sentirsi creduta. Proprio perché parte degli abusi subiti consistono nell’essere stata insultata, isolata, ritenuta pazza, incapace e inutile…

2. Evitare soluzioni semplicistiche e false spiritualizzazioni del problema.


LEGGI ANCHE: Violenza sulle donne nel matrimonio, la Chiesa: denunciateli!


3. Evitare un cattivo uso delle scritture per giustificare in qualche modo il dominio maschilista.

The Holy Bible

- Advertisement -

4. Informarsi sulle risorse disponibili nella comunità(medici, avvocati, rifugi, psicologi ed educatori) e sapere come e quando contattare le persone che possono offrire un aiuto specialistico.

5. Prepararsi ad affrontare eventuali domande spiritualiche sorgono sul rapporto della persona con Dio, sul suo valore e sulla sua dignità di persona.

Woman with question mark on blackboard © Gpointstudio / Shutterstock - it

6. Creare in parrocchia un’atmosfera tale in sui laici e sacerdoti possano discutere, apertamente e con onestà, sulla violenza contro la donna.

7. Fare della Chiesa un luogo sicuro in cui le vittime possano trovare aiuto, coerentemente con la grande tradizione della Chiesa come luogo d’asilo.

pixabay-church-interior

8. Assicurarsi che nelle omelie si parli del tema della violenza domestica. Se le donne abusate non ascoltano nulla sulla questione, potrebbero pensare che a nessuno importi ciò che accade loro.


- Advertisement -

LEGGI ANCHE: Come posso salvare la mia famiglia dalla violenza domestica?


9. Fare attenzione al linguaggio usato con la donna abusata. Non dire nulla che potrebbe farle credere che sia colpa sua o che dipenda dalla sua condotta. Soltanto chi abusa è responsabile di questa grave situazione.

10. Prestare particolare attenzione ai corsi di preparazione al matrimonio. Affrontare ad esempio temi come la risoluzione dei problemi, la gestione delle differenze, etc.

Couple in love

11. Dichiarare pubblicamente la violenza domestica come un peccato molto grave.

- Advertisement -

Pablo Guerrero Rodríguez, SJ

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
293FansMi piace
1,020FollowerSegui
13,000FollowerSegui
647FollowerSegui
312IscrittiIscriviti

Consigli pubblicitari

Top News

Top Video

Consigli pubblicitari

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Mamma Natuzza parlava proprio con Gesù. Ecco un suo colloquio con il Re dei...

Io ero inquieta, turbata… Gesù: Alzati e piglia il ritmo dei vecchi tempi. Natuzza: Come parlate, Gesù? Cosa devo fare? Gesù: Ci sono tante cose che puoi...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

Qual è la differenza tra cattolico e cristiano?

Il cristiano è colui che ha Cristo come Signore Nel Nuovo Testamento si fa riferimento quattro volte ai seguaci di Cristo: 1. 1 Pt 4,16: “Ma...

Libri consigliati

Consigli pubblicitari

Seguici su Instagram

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Consigli Pubblicitari

Accessibility
0
Dicci il tuo pensiero, per favore commenta.x
()
x