14.7 C
Rome
sabato, 21 Settembre 2019

ROTATE FOR FULL CONTENT

MOBILE THEME

Home Argomenti Santi e Beati 10 donne che la maternità ha aiutato a diventare sante

10 donne che la maternità ha aiutato a diventare sante

- Advertisement -

Lasciate che queste storie ispiratrici di madri diventate sante vi ricordino che state facendo un buon lavoro

Ci sono momenti in cui vostro figlio vi abbraccia e vi offre un disegno di voi due che vi stringete la mano circondati da cuoricini. Ci sono anche momenti in cui siete immerse nei panni sporchi fino al collo, vorreste disperatamente dormire e riuscite a malapena a far fronte alle esigenze della maternità.

Essere madre è allo stesso tempo un’enorme e splendida benedizione e una grande responsabilità, per cui aiuta sapere che ci sono moltissime donne che sono già passate per questa esperienza. Queste donne sono non solo sante che rappresentano un ottimo esempio di madre, ma pregheranno anche per voi e vi sosterranno.

1. Zélie

Zélie era una madre assolutamente ordinaria. Era sarta e viveva in una famiglia ordinaria con un matrimonio tranquillo e pieno d’amore, ma la sua santità mostra il valore della fede nella vita quotidiana e nella vocazione alla genitorialità. L’amore semplice e ordinario di una madre conta. È la forza più potente al mondo, come prova il fatto che due dei figli di Zélie siano stati esempi di santità. Una di loro, Santa Teresa, è forse la santa più amata della nostra epoca.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Amate i vostri figli, prendetevi cura di loro, parlate loro di Dio e vedete quello che Dio può fare con loro!

2. Gianna

Gianna è una santa del XX secolo, dottoressa e madre. Ha avuto sei figli, e la nascita della sua ultima figlia rivela la sua testimonianza di vita eroica. Nel 1961 era incinta quando i medici le dissero che aveva una cisti pericolosa all’utero che avrebbe complicato il parto. Disse loro di scegliere senza esitazione la vita di sua figlia anziché la sua nel caso in cui il parto fosse diventato pericoloso.

Sopravvisse al parto, ma una settimana dopo la nascita della figlia morì per le complicazioni. Sua figlia, anche lei Gianna, ha detto in seguito che tutta la vita della madre è stata un inno alla vita, alla gioia, all’amore nei confronti di Dio, della Madonna e della sua famiglia. In Gianna vediamo la forza di una madre di sacrificare tutto per i suoi figli.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Date ai figli tutto il vostro cuore.

3. Francesca Romana

Francesca aveva sei figli, ma Battista è stato l’unico a sopravvivere all’infanzia. Quando è cresciuto ha sposato una donna che non voleva bene a Francesca (a questo punto potete inserire una battuta superflua sulle suocere). Insultata, sminuita e tagliata fuori dalla vita del suo unico figlio, Francesca ha continuato ad essere gentile con la nuora, riuscendo alla fine a farle cambiare atteggiamento e a portare pace nella famiglia. A volte solo una madre sa essere abbastanza forte da cedere in umiltà e amore per guarire una famiglia spezzata.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Nella vostra famiglia siate una fonte di unità, non di divisione.

4. Monica

Monica era una devota cristiana anche se nessuna altro nella sua famiglia lo era, e per questo è un grande conforto per tutte le madri preoccupate per la fede dei figli. Per anni ha pregato in silenzio per il figlio scapestrato e non ha mai gettato la spugna, neanche quando lui si è fatto un’amante o si è unito a un’altra religione. Alla fine il figlio Agostino si è convertito ed è diventato uno dei santi più influenti di tutti i tempi. E tutto questo grazie alle incessanti preghiere di una madre. Non perdete la speranza!

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Non smettete mai di pregare per i vostri figli.

5. Perpetua

Nel 202 Perpetua divenne cristiana. Nell’Impero romano unirsi alla Chiesa non era propriamente una cosa che desse dei vantaggi, e infatti venne presto arrestata e condannata a morte. All’epoca Perpetua aveva un figlio piccolo, e anche se non mangiò niente mentre era in prigione in attesa di essere giustiziata il figlio le veniva portato ogni giorno perché venisse allattato. Fino all’ultimo momento della sua vita Perpetua ha realizzato la sua vocazione di madre, amando il figlio come meglio poteva, e si è preparata a rivederlo un giorno nell’eternità. Perpetua è una buona santa e cui rivolgere preghiere per le madri separate dai propri figli.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: A volte il modo migliore di essere madre è essere un buon esempio.

6. Felicita

Felicita venne uccisa nello stesso periodo di Perpetua, e la sua storia non è meno affascinante. Al momento del suo arresto era incinta di otto mesi. Partorì un bambino sano mentre era in prigione e si dice che fosse sopraffatta dalla gioia. Il bambino le venne portato via e lei venne condannata a morte, ma la sua amica Perpetua scrisse che passò naturalmente dalla “maternità al… combattimento”, intendendo che l’esperienza del parto e di aver avuto un figlio diede a Felicita il coraggio e la forza per affrontare l’esecuzione. Una madre forte è una leonessa, e nulla, neanche la morte, può spezzare la sua volontà.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Non pensate ai sacrifici della maternità come a qualcosa che vi priva di quello che siete, ma come a un dono che vi rende una persona più forte.

7. Rita

Rita era madre di due figli in un’epoca difficile. Nell’Italia del XIV secolo ogni città era in guerra con un’altra. Il mondo era un luogo pericoloso, e suo marito cadde in un’imboscata e venne ucciso dai nemici, lasciandola a crescere da sola i due figli. All’epoca anche le malattie facevano morire, come Rita imparò a spese proprie: circa un anno dopo la morte del padre, entrambi i suoi figli morirono infatti ancora adolescenti.

Trascorse il resto della sua vita pregando per gli uomini che avevano ucciso suo marito e per tutti quelli che soffrivano. Lei stessa soffrì molto, ma trasformò il suo dolore in preghiera per gli altri. Rita è considerata la santa patrona delle situazioni impossibili e ora è innegabilmente in cielo a pregare per chi ha perso i propri figli prima del tempo.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Anche quando i figli hanno lasciato il nido sarai sempre una madre.

8. Brigida

Brigida fu sposata a lungo con un uomo di nome Ulf. Rimasero insieme per 28 anni ed ebbero 8 figli, una delle quali, di nome Karin, è anche lei santa.

L’apertura di Brigida all’accoglienza di altri figli nella sua famiglia e i suoi sforzi per educarli sono un grande esempio di generosità di spirito. Viaggiò molto, e la sua vita parla di tolleranza e compassione nei confronti di qualsiasi tipo di esperienza umana. Durante la sua vita non accadde nulla di spettacolare o di particolarmente miracoloso, ma la sua dedizione a crescere ed educare i figli perché amassero il bene del mondo e fossero in pace con esso fu a suo modo eroica. Per questo motivo è ora la santa patrona e la madre di tutta l’Europa.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Insegnate ai vostri figli ad amare la vita attraverso la vostra stessa gioia.

9. Anna

Anna era la madre della Beata Vergine Maria. Per molto tempo lei e il marito Gioacchino ebbero problemi a concepire, un’esperienza che può provocare grande dolore, come sa bene chiunque ci sia passato. Per questa ragione, Anna è una buona santa per una donna che vorrebbe diventare madre ma non ne ha ancora avuto l’opportunità, o che sta lottando con l’infertilità.

Alla fine Dio benedisse Anna con una figlia, e lei la amò con tutta la tenerezza di cui era capace. Nelle opere d’arte viene spesso rappresentata con Maria in grembo mentre le legge qualcosa. L’umile “Sì” di Maria a diventare la Madre di Dio è stato sicuramente preparato da questa splendida madre. E pensate di chi è stata la nonna Anna!

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Anche le nonne sono importanti!

10. Elizabeth Ann Seton

Elizabeth è stata la prima santa nata in America. Nata a New York City nel 1774 mentre la rivoluzione americana era ai suoi stadi iniziali, sposò un medico e presto i due riunirono un’ampia famiglia di orfani intorno ai loro figli. Dopo la morte del marito fondò un ordine religioso per educare i bambini meno fortunati. Elizabeth aveva a cuore tutti i bambini e provava una preoccupazione materna anche per quelli al di fuori della sua famiglia. Traeva grande conforto dalla maternità della Beata Vergine Maria e cercò di seguirne l’esempio. Oggi i bambini continuano ad essere educati dall’ordine di suore fondate da madre Seton, mostrando che il semplice atto della maternità può cambiare il mondo.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Non sapete mai chi potreste incontrare che sia bisognoso di conforto materno.
_______

Michael Rennier si è laureato presso la Yale Divinity School e vive a St. Louis (Missouri, Stati Uniti) con la moglie e i loro cinque figli. Contribuisce a Dappled Things, una rivista dedicata alle arti scritte e visive.

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami

10 donne che la maternità ha aiutato a diventare sante

  

- Advertisement -

Lasciate che queste storie ispiratrici di madri diventate sante vi ricordino che state facendo un buon lavoro

Ci sono momenti in cui vostro figlio vi abbraccia e vi offre un disegno di voi due che vi stringete la mano circondati da cuoricini. Ci sono anche momenti in cui siete immerse nei panni sporchi fino al collo, vorreste disperatamente dormire e riuscite a malapena a far fronte alle esigenze della maternità.

Essere madre è allo stesso tempo un’enorme e splendida benedizione e una grande responsabilità, per cui aiuta sapere che ci sono moltissime donne che sono già passate per questa esperienza. Queste donne sono non solo sante che rappresentano un ottimo esempio di madre, ma pregheranno anche per voi e vi sosterranno.

1. Zélie

Zélie era una madre assolutamente ordinaria. Era sarta e viveva in una famiglia ordinaria con un matrimonio tranquillo e pieno d’amore, ma la sua santità mostra il valore della fede nella vita quotidiana e nella vocazione alla genitorialità. L’amore semplice e ordinario di una madre conta. È la forza più potente al mondo, come prova il fatto che due dei figli di Zélie siano stati esempi di santità. Una di loro, Santa Teresa, è forse la santa più amata della nostra epoca.

- Advertisement -

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Amate i vostri figli, prendetevi cura di loro, parlate loro di Dio e vedete quello che Dio può fare con loro!

2. Gianna

Gianna è una santa del XX secolo, dottoressa e madre. Ha avuto sei figli, e la nascita della sua ultima figlia rivela la sua testimonianza di vita eroica. Nel 1961 era incinta quando i medici le dissero che aveva una cisti pericolosa all’utero che avrebbe complicato il parto. Disse loro di scegliere senza esitazione la vita di sua figlia anziché la sua nel caso in cui il parto fosse diventato pericoloso.

Sopravvisse al parto, ma una settimana dopo la nascita della figlia morì per le complicazioni. Sua figlia, anche lei Gianna, ha detto in seguito che tutta la vita della madre è stata un inno alla vita, alla gioia, all’amore nei confronti di Dio, della Madonna e della sua famiglia. In Gianna vediamo la forza di una madre di sacrificare tutto per i suoi figli.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Date ai figli tutto il vostro cuore.

3. Francesca Romana

Francesca aveva sei figli, ma Battista è stato l’unico a sopravvivere all’infanzia. Quando è cresciuto ha sposato una donna che non voleva bene a Francesca (a questo punto potete inserire una battuta superflua sulle suocere). Insultata, sminuita e tagliata fuori dalla vita del suo unico figlio, Francesca ha continuato ad essere gentile con la nuora, riuscendo alla fine a farle cambiare atteggiamento e a portare pace nella famiglia. A volte solo una madre sa essere abbastanza forte da cedere in umiltà e amore per guarire una famiglia spezzata.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Nella vostra famiglia siate una fonte di unità, non di divisione.

4. Monica

Monica era una devota cristiana anche se nessuna altro nella sua famiglia lo era, e per questo è un grande conforto per tutte le madri preoccupate per la fede dei figli. Per anni ha pregato in silenzio per il figlio scapestrato e non ha mai gettato la spugna, neanche quando lui si è fatto un’amante o si è unito a un’altra religione. Alla fine il figlio Agostino si è convertito ed è diventato uno dei santi più influenti di tutti i tempi. E tutto questo grazie alle incessanti preghiere di una madre. Non perdete la speranza!

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Non smettete mai di pregare per i vostri figli.

5. Perpetua

Nel 202 Perpetua divenne cristiana. Nell’Impero romano unirsi alla Chiesa non era propriamente una cosa che desse dei vantaggi, e infatti venne presto arrestata e condannata a morte. All’epoca Perpetua aveva un figlio piccolo, e anche se non mangiò niente mentre era in prigione in attesa di essere giustiziata il figlio le veniva portato ogni giorno perché venisse allattato. Fino all’ultimo momento della sua vita Perpetua ha realizzato la sua vocazione di madre, amando il figlio come meglio poteva, e si è preparata a rivederlo un giorno nell’eternità. Perpetua è una buona santa e cui rivolgere preghiere per le madri separate dai propri figli.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: A volte il modo migliore di essere madre è essere un buon esempio.

6. Felicita

Felicita venne uccisa nello stesso periodo di Perpetua, e la sua storia non è meno affascinante. Al momento del suo arresto era incinta di otto mesi. Partorì un bambino sano mentre era in prigione e si dice che fosse sopraffatta dalla gioia. Il bambino le venne portato via e lei venne condannata a morte, ma la sua amica Perpetua scrisse che passò naturalmente dalla “maternità al… combattimento”, intendendo che l’esperienza del parto e di aver avuto un figlio diede a Felicita il coraggio e la forza per affrontare l’esecuzione. Una madre forte è una leonessa, e nulla, neanche la morte, può spezzare la sua volontà.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Non pensate ai sacrifici della maternità come a qualcosa che vi priva di quello che siete, ma come a un dono che vi rende una persona più forte.

7. Rita

Rita era madre di due figli in un’epoca difficile. Nell’Italia del XIV secolo ogni città era in guerra con un’altra. Il mondo era un luogo pericoloso, e suo marito cadde in un’imboscata e venne ucciso dai nemici, lasciandola a crescere da sola i due figli. All’epoca anche le malattie facevano morire, come Rita imparò a spese proprie: circa un anno dopo la morte del padre, entrambi i suoi figli morirono infatti ancora adolescenti.

Trascorse il resto della sua vita pregando per gli uomini che avevano ucciso suo marito e per tutti quelli che soffrivano. Lei stessa soffrì molto, ma trasformò il suo dolore in preghiera per gli altri. Rita è considerata la santa patrona delle situazioni impossibili e ora è innegabilmente in cielo a pregare per chi ha perso i propri figli prima del tempo.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Anche quando i figli hanno lasciato il nido sarai sempre una madre.

8. Brigida

Brigida fu sposata a lungo con un uomo di nome Ulf. Rimasero insieme per 28 anni ed ebbero 8 figli, una delle quali, di nome Karin, è anche lei santa.

L’apertura di Brigida all’accoglienza di altri figli nella sua famiglia e i suoi sforzi per educarli sono un grande esempio di generosità di spirito. Viaggiò molto, e la sua vita parla di tolleranza e compassione nei confronti di qualsiasi tipo di esperienza umana. Durante la sua vita non accadde nulla di spettacolare o di particolarmente miracoloso, ma la sua dedizione a crescere ed educare i figli perché amassero il bene del mondo e fossero in pace con esso fu a suo modo eroica. Per questo motivo è ora la santa patrona e la madre di tutta l’Europa.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Insegnate ai vostri figli ad amare la vita attraverso la vostra stessa gioia.

9. Anna

Anna era la madre della Beata Vergine Maria. Per molto tempo lei e il marito Gioacchino ebbero problemi a concepire, un’esperienza che può provocare grande dolore, come sa bene chiunque ci sia passato. Per questa ragione, Anna è una buona santa per una donna che vorrebbe diventare madre ma non ne ha ancora avuto l’opportunità, o che sta lottando con l’infertilità.

Alla fine Dio benedisse Anna con una figlia, e lei la amò con tutta la tenerezza di cui era capace. Nelle opere d’arte viene spesso rappresentata con Maria in grembo mentre le legge qualcosa. L’umile “Sì” di Maria a diventare la Madre di Dio è stato sicuramente preparato da questa splendida madre. E pensate di chi è stata la nonna Anna!

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Anche le nonne sono importanti!

10. Elizabeth Ann Seton

Elizabeth è stata la prima santa nata in America. Nata a New York City nel 1774 mentre la rivoluzione americana era ai suoi stadi iniziali, sposò un medico e presto i due riunirono un’ampia famiglia di orfani intorno ai loro figli. Dopo la morte del marito fondò un ordine religioso per educare i bambini meno fortunati. Elizabeth aveva a cuore tutti i bambini e provava una preoccupazione materna anche per quelli al di fuori della sua famiglia. Traeva grande conforto dalla maternità della Beata Vergine Maria e cercò di seguirne l’esempio. Oggi i bambini continuano ad essere educati dall’ordine di suore fondate da madre Seton, mostrando che il semplice atto della maternità può cambiare il mondo.

Il suo migliore suggerimento per i genitori: Non sapete mai chi potreste incontrare che sia bisognoso di conforto materno.
_______

Michael Rennier si è laureato presso la Yale Divinity School e vive a St. Louis (Missouri, Stati Uniti) con la moglie e i loro cinque figli. Contribuisce a Dappled Things, una rivista dedicata alle arti scritte e visive.

- Advertisement -

Leggi qui il disclaimer sul materiale pubblicato da SpeSalvi.it

Redazionehttps://www.spesalvi.it
SpeSalvi.it | Cultura e Informazione cattolica

Libri consigliati

Commenta questo articolo

avatar
  Iscriviti  
Notificami
277FansMi piace
838FollowerSegui
13,000FollowerSegui
606FollowerSegui
56IscrittiIscriviti

Top News

Top Video

Ultimi Articoli

Articoli Popolari

Che differenza c’è tra “padre” e “don”?

E quale titolo si utilizza per monaci e frati? Gentile direttore, forse la mia le sembrerà una domanda banale. Può però spiegarmi la differenza tra...

X Domenica del Tempo Ordinario – Anno C – 5 giungo 2016

IL VANGELO STRABICO X Domenica del tempo Ordinario   - C A  cura di Benito Giorgetta (1Re 17,17-24; Galati 1,11-19; Luca 7,11-17) Imparare a suonare lo spartito della compassione Ascoltiamo...

Francesco in Armenia, preghiera con Karekin II

Dopo quattro ore di volo comincia il viaggio di Francesco in Armenia. L'aereo con a bordo il Pontefice è partito questa mattina alle 9.20...

XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B – 25 ottobre 2015

La 95° puntata del ciclo “Dalla vita alla Parola viva” – “Costruire comunità vive, aperte e accoglienti”. XXX Domenica del Tempo Ordinario – Anno B Colore...

Cos’è che rende il corpo umano tanto bello?

E' solo l’eros e il desiderio? Qual è la cosa più bella del mondo? Sono sicuro che se ponessimo questa domanda a mille pittori almeno...

Libri consigliati

Dialoghi sulla preghiera del cuore

Le lettere di Paolo

12 storie di ordinaria santità

I “beati” dell’Apocalisse

Il mondo mistico dell’ebraismo

Seguici su Facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

È stato rilevato, nel tuo browser, un componente AdBlocker. SpeSalvi.it si mantiene in vita grazie alla pubblicità, ti preghiamo di disabilitarlo oppure di aggiungere il nostro sito alla lista dei siti attendibili.
Per continuare a navigare:
disabilita AdBlock e aggiorna la pagina.
Aiuta SpeSalvi.it
SpeSalvi.it desidera servire ed evangelizzare, ma non è in grado di sostenersi da solo.
Offri il tuo piccolo contributo affinché il sito possa continuare a diffondere il messaggio cristiano in tutto il mondo.
Grazie di cuore per il tuo sostegno!
Leggi la nostra informativa sulla Privacy.
Logo
ANDROID
APP
Scarica la nostra App Android per rimanere sempre aggiornato anche sul tuo smartphone.
2019 (C) Tutti i diritti riservati.
ISTRUZIONI
1. Clicca sul pulsante "Download" e scarica il file ".apk" sul tuo smartphone.
2. Esegui il file ".apk" e clicca su "Installa".
Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità e per analizzare il nostro traffico. Navigando in SpeSalvi.it acconsenti al loro utilizzo e dichiari di aver letto e compreso la nostra Informativa sulla Privacy.
ACCONSENTO